La sacra trimurti della scena musicale psichedelica di San Francisco sul finire dei “magnifici”  anni sessanta era composta dai Grateful Dead, dai Jefferson Airplane e dai Quicksilver Messenger Service.

Nel quarantennale di Woodstock (dove i nostri amati Grateful Dead fecero un concerto pietoso, tanto da rifiutare di apparire tanto nel film come editato in origine, quanto nella relativa colonna sonora), mi piace ricordare l’altro grande gruppo di San Francisco che in quell’occasione fece invece bella figura: i Jefferson Airplane, proponendo un piccolo frammento di quanto accadde sul palco di quell’evento (i Quicksilver, purtroppo, non c’erano).

I Jefferson Airplane suonarono – con un ritardo pazzesco-  al mattino, dopo una notte di pioggia e vento.

Salita sul palco, Grace Slick incitò la folla con un “morning, you have had the heavy bands, now its time for some morning manic music”. Grande!

Confesso di avere avuto un debole per la voce (e non solo!) di Grace Slick. La sua foto sul palco a Woodstock ha “illuminato” lo sfondo della scrivania del mio computer per molto tempo, tra gli sguardi un po’ perplessi/incacchiati della mia fidanzata.Grace_Slick_3

Godetevi, quindi, “the other side “, l’altro lato della San Francisco della Summer of Love, smarriveti seguendo il bianconiglio.

Annunci