Serata strana quella di ieri sera.

Pensavo proprio  ad oggi…. beh lo sapete, inutile nasconderlo  ma questo è per me quasi come un giorno di lutto familiare. In rete si dice che tutti noi (DH) ci ricordiamo il momento nel quale abbiamo saputo la triste notizia.

Ieri sera, appunto, avevo fra le mani un gran bel libro: “The American Book Of The Dead”, sottotitolo: “The Definitive Grateful Dead Encylopedia” di Oliver Trager.  Le prime righe del capitolo “The first days” così recitano ” Jerry Garcia was smiling. And when Jerry Garcia smiled, the entired cosmos seemed to smile with him”. E sapete come termina questo capitolo? Con la parola : …..furthur! Premonizione? Beh se tutto gira a dovere me li becco a LA in ottobre. Ieri sera la colonna sonora non poteva che essere So Many Roads versione del 09/07/95, poi l’ho confrontata con la medesima del 11/20/94 ancora meglio, forse la migliore di tutte. A seguire Days Between 3/17/93 versione consigliata e poi Stella Blue sempre del 09/07/95 per restare nel loro ultimo show.

Manca a tutti il suo sorriso, ma non di meno siamo nelle nostre case, nei prati del Golden Gate, qui in rete, sui bus multi colorati che ancora viaggiano in mezzo mondo  a commemorarlo, e veramente we are everywhere! con lo spirito e con il corpo. Come scrisse Neil Young ” rock ‘n roll can never die”.

Ed ogni anno il mio pensiero è sempre prossimo all’incazzatura: quanto talento sprecato, perso per sempre…tutto ciò che avrebbe potuto ancora creare, condividere, allietare, confondere, commuovere……When there were no strings to play you played to me.

Buona “triste” giornata.

Annunci