You are currently browsing the category archive for the ‘notizie stampa’ category.

Per i deadhead “nostrani” una bella notizia.

Per tutti quelli che non hanno la possibilità di andare negli States, il concerto del 6 luglio 2015 lo si potrà vedere almeno al cinema, trasmesso in diretta, nelle strutture di nexodigital.

Sono numerosi in giro per l’Italia. Qui trovate l’elenco dove proietteranno l’evento: http://www.nexodigital.it/1/id_413/Grateful-Dead—Fare-Thee-well-LIVE.asp

 

Preparate i popcorn!!!!

Da notare, inoltre, che l’evento ha avuto rilievo anche nella stampa nostrana.

Aveva iniziato il Buscadero con una bella copertina  segnalata prontamente dal buon Paolo: 

Oggi, si é aggiunta alla Festa anche Repubblica:

  

…insomma, poco ma “eppur si muove”!  

 

Annunci

E se n’é andato anche Sam Andrew.
Al di là di Janis, il sound e la musica dei Big Brothers and the holding Company molto deve a lui.
Acido, psichedelico e pesante.
Ho sempre adorato i Big Brothers anche per questo e ho consumato i vinili. Insieme a Live Dead e a pochi altri dischi, Cheap Thrills e le versioni di “Summertime” e “Balls and Chain” mi hanno fatto cadere dalla sedia la prima volta che le ho sentite.
E quindi… ciao Sam e grazie.
Questo piccolo omaggio, un viaggio nel tempo e nello spazio é tutto ciò che posso fare.
“Come Up the Years Big Brother and the Holding Company”.
Come back in San Francisco, 1967.

😦

Come già segnalato dal saggio Pierluigi nei commenti di altro post, il nostro Phil Lesh con i “giovin” discepoli della Terrapin Family Band approderanno in Europa, a Londra per l’esattezza, per due date il 29 e 30 luglio all’O2 Arena.

Biglietti qui in prevendita dal 11 aprile 2014.

Qualcuno vola nella perfida Albione?

 

Si è spento oggi, a 94 anni, Pete Seeger, grande folksinger.

Ciao, vecchio Pete.

Band of Heathens torna in Europa. Nessuna data, ovviamente, in Italia.

Avevamo già parlato, seppure molto brevemente, di questi ragazzi texani. L’amico Guerrino, infatti, li aveva segnalati mentre si parlava di nuove band in qualche maniera più o meno affini, o comunque vicine, all’estetica dei nostri beniamini.

Nei loro concerti, presenti su archive.org, fanno spesso capolino ottime versioni di brani dei Grateful Dead.

Chissà che qualcuno abbia la possibilità di andarli a vedere e di raccontarci come sono dal vivo.

Queste le date indicate (ad oggi) nel loro sito:

Sat, Dec 8th 8:00pm – Zurich, Switzerland

Sun, Dec 9th 8:00pm – Munich, Germany

Mon, Dec 10th 8:00pm – Frankfurt, Germany

Tue, Dec 11th 8:00pm – Berlin, Germany

Wed, Dec 12th 8:00pm – Sonderborg, Denmark

Thu, Dec 13th 8:00pm – Odense, Denmark

Fri, Dec 14th 8:00pm – Kolding, Denmark

Sat, Dec 15th 8:00pm – Esbjerg, Denmark

Sun, Dec 16th 8:00pm – Hamburg, Germany

Tue, Dec 18th 8:00pm – Amsterdam, Netherlands

Wed, Dec 19th 8:00pm – Nijmegen, Netherlands

 

Hey Now,

non ho letto nel nostro “blog preferito” dell’evolversi del progetto Dead/University Of Santa Cruz (mi sarà sicuramente sfuggito), comunque ritengo che approfondirne un pò non sia sbagliato.

L’inaugurazione è avvenuta il 29 giugno 2012, come riportato nel sito stesso:”The Grateful Dead Archive is pleased to announce its grand opening, June 29, 2012, with a concert by famed Bay Area band Moonalice on the lawn of UC Santa Cruz’s McHenry Library. The Library is home to the Archive, the Brittingham Family Foundation Dead Central, our dedicated exhibit space, and now, the Grateful Dead Archive Online, or GDAO, our cutting- edge website that enables patrons from around the world to participate in building the Archive and access digital images of thousands of the Archive’s treasures.”

Praticamente moltissimo materiale è già stato donato all’Università di Santa Cruz, in primis dai Grateful Dead come riportato: “On April 24, 2008 band members Bob Weir and Mickey Hart announced at the San Francisco Fillmore press conference that the group was donating its archives to the University of California at Santa Cruz (UCSC) Library Special Collections.”  Queste le parole di Bob Weir in quella serata: “We looked around, and UC Santa Cruz seems the best possible home,” “If you ever wrote the Grateful Dead a letter, you’ll probably find it there!”  Il materiale per adesso ammonta a circa 45.000 “articoli” digitalizzati che vanno dalle registrazioni dei concerti, alle lettere dei DeadHeads, dai manifesti alle foto sia dei grandi fotografi che hanno aiutato a “costruire” la scena di san Francisco, che dei Fans durante i concerti etc… Tutti possono donare qualcosa anche inviando i file direttamente dal sito oppure personalmente a Santa Cruz 🙂

Recentemente è stato donato il registratore a bobine di Latvala: “there was no question about the significance of the Technics reel-to-reel recorder that accompanied the bequest:  This is the machine that Dick used to create his incomparable collection of reels, now housed with the Grateful Dead Archive. In keeping with Dick’s commitment to sonic perfection, it was maintained scrupulously, and arrived in pristine condition, like it had just rolled off the assembly line—except for the gold-toned Steal-Your-Face sticker,  prominently mounted on the front.”

Inutile dilungarsi, l’unica raccomandazione è quella di accedere al sito il più possibile,  aiuta a colorare una giornata grigia, elimina i radicali liberi, ritarda lo scioglimento dei ghiacciai ed aumenta l’ozono nell’aria 🙂 ci si possono perdere giornate intere.

Alla prossima

PB

Oggi, siamo tutti un po’ più poveri.

Ciao Levon.

😦

La rivista Buscadero non ha bisogno nè di presentazioni, nè di particolari elogi da parte mia.
Da anni racconta, spiega ed analizza il rock con assoluta autorevolezza: “Mensile d’informazione rock” è l’eloquente sottotitolo che fa capo sulla prima pagina.

Queste righe sono un invito a correre in edicola a comprare, se non l’avete già fatto, il numero di novembre 2010 della rivista.
Vi aspetta, infatti, il bellissimo racconto del concerto dei Furthur al NokiaTheatre di New York, quest’ultimo 29 luglio 2010.

Vi aspetta tutta l’emozione, tutte le “vibrazioni” che solo un concerto dei Grat…, sorry, dei Furthur può dare.

L’ho scritto più volte qui, in queste pagine: “There is NOTHING in the world like a Dead show!” L’articolo conferma tutto ciò.

Grazie a Buscadero; grazie a @MassimilianoCarocci che ci ha permesso di vivere quel concerto e quelle emozioni; grazie al signor Guerrino e grazie a quell’anonimo ragazzo che ha ceduto loro i biglietti per lo show, permettendo  a due DeadHeads italiani di assistere allo show.

Dead freaks unite!

 

Questa notte se n’è andato un grande della musica italiana.

Questa notte si è spento Nicola Arigliano.

Lo so, non c’entra un fico secco con il tema del blog, ma questo piccolo, modesto e insignificante omaggio da parte mia se lo merita tutto

Ciao Nicola, grazie!

La prossima estate si annuncia interessante per gli amanti del southern rock.
Torna in Italia anche quest’anno un grande della chitarra: Dereks Trucks!

Saranno ben quattro le date del suo soggiorno italiano:
3 lug 2009 Liri Blues Festival (Isola del Liri, Frosinone)
4 lug 2009 Pistoia Blues Festival (Pistoia)
5 lug 2009 Lanciano Blues Festival (Lanciano, Chieti)
7 lug 2009 Strade Blu Festival (Faenza, Ravenna)

archivio