You are currently browsing the tag archive for the ‘DeadHeads’ tag.

Una ottima iniziativa, più unica che rara in Italia.

Gli amici di Rolling Stones Italia lunedì 26 ottobre 2015 programmano sulla loro web radio uno speciale dedicato ai “nostri” Grateful Dead.

Lo speciale sarà in diretta. Ciò, permetterà di interagire con i conduttori. Fate sentire la vostra voce!!!

Lunedi 26 Ottobre – diretta ore 21 su Radio Rolling Stones Italia

Speciale GRATEFUL DEAD

con Jacopo, Zac e Nicola Calcagno

http://www.rollingstonesitalia.com/radio

Annunci

Rilancio, per darne maggiore visibilità, quanto segnalato prima dall’amico Francesco e poi confermato da Beppe in un commento (che, mi perdonerà, vi incollo brutalmente).

Sembra tutto confermato. La Rex Foundation è in trasferta alla Biennale di Venezia. Il programma è un po’ nebuloso, ma sembrano certe le partecipazioni di Tim Bluhm, ma soprattutto di John Cadlecick. Oltre a Cameron Sears ed altri della family. Con orgoglio patriottico vi segnalo la partecipazione di tre meravigliosi musicisti italiani: Paolo Bonfanti (guitar), Martino Coppo (mandolin), Roberto Bongianino (accordion). 

La Rex Foundation li ha espressamente invitati a questi eventi.

Giovedì 15 Ottobre :Rex Foundation Private Event

Venerdì 16 Ottobre : Rex Foundation Jam – Palazzo Albrizzi – ore 18.00

… chi è da quelle parti è avvertito.

/home/wpcom/public_html/wp-content/blogs.dir/bcd/5762838/files/2015/01/img_0022.jpg
Foto trovata in internet, su Facebook . Riprende un pub di Alma (CO) e, a quanto pare, è stata ripresa in questi giorni.
Passano gli anni, ma la passione e “l’attaccamento alla maglia” non passa.
Dead freaks unite!

Buon anno a tutti.

IMG_3238

Un saluto a tutti, ecco il resoconto delle prima serata al GREEK THEATER  di Los Angeles.

headerfurthur

Arriviamo il giorno stesso del concerto, noleggio l’auto, sbagliamo un’uscita dell’Harbor Fwy e ci perdiamo nel traffico….poi finalmente al motel strategicamente vicino al luogo magico dove fra pochissimo i FURHTUR si esibiranno.

Piccolo tragitto in autobus, scendiamo assieme ad una DEADHEAD che sgancia la sua bici dal rostro posto davanti al bus, un paio di sorrisi e “se mi spettate che saluto un amico, arriviamo allo show assieme..” dopo un paio di minuti ritorna (da un negozietto – quello dell’amico) e così ci incamminiamo verso il Greek Theater su per il boulevard Leggi il seguito di questo post »

Ciao a tutti, esattamente un mese fa mi stavo preparando per il primo spettacolo dei Furthur a L.A. al Greek Theater.

Sono arrivato alle 19.20 circa, perdendomi le prime due songs….per adesso vi posto solo qualche foto perchè non sono ancora pronto per un resoconto dettagliato delle due serate.

Comunque l’atmosfera rimane sempre surreale e , per me, quasi “fiabesca” 🙂
Bisognerebbe esserci anche solo per tutto il contorno che ruota prima, durante e dopo lo show!!!

Il primo set finisce con Althea cantata dal figlio di Willie Nelson, il secondo parte con China/Rider ed è una continua cavalcata fino alla fine.

Bella gente sugli spalti:

……Thomas, questa è la tua 🙂     ……quella luce non è un faro, è il mio terzo occhio “illuminato” dalle buone vibrazioni 🙂 🙂

Piccoli DeadHeads crescono……e vi posso assicurare che sono rimaste sempre molto attente tutto il concerto, incredibile!!!!

…senza cappello assomigliava molto al nostro Old Jerry!

Sabato pomeriggio, searching for a Miracle 🙂

Ci incamminiamo verso gli spalti.

…..altro aggiornamento nei prossimi giorni 😉

Salutoni a tutti.

20120926-001121.jpg

20120926-000211.jpg

Serata strana quella di ieri sera.

Pensavo proprio  ad oggi…. beh lo sapete, inutile nasconderlo  ma questo è per me quasi come un giorno di lutto familiare. In rete si dice che tutti noi (DH) ci ricordiamo il momento nel quale abbiamo saputo la triste notizia.

Ieri sera, appunto, avevo fra le mani un gran bel libro: “The American Book Of The Dead”, sottotitolo: “The Definitive Grateful Dead Encylopedia” di Oliver Trager.  Le prime righe del capitolo “The first days” così recitano ” Jerry Garcia was smiling. And when Jerry Garcia smiled, the entired cosmos seemed to smile with him”. E sapete come termina questo capitolo? Con la parola : …..furthur! Premonizione? Beh se tutto gira a dovere me li becco a LA in ottobre. Ieri sera la colonna sonora non poteva che essere So Many Roads versione del 09/07/95, poi l’ho confrontata con la medesima del 11/20/94 ancora meglio, forse la migliore di tutte. A seguire Days Between 3/17/93 versione consigliata e poi Stella Blue sempre del 09/07/95 per restare nel loro ultimo show.

Manca a tutti il suo sorriso, ma non di meno siamo nelle nostre case, nei prati del Golden Gate, qui in rete, sui bus multi colorati che ancora viaggiano in mezzo mondo  a commemorarlo, e veramente we are everywhere! con lo spirito e con il corpo. Come scrisse Neil Young ” rock ‘n roll can never die”.

Ed ogni anno il mio pensiero è sempre prossimo all’incazzatura: quanto talento sprecato, perso per sempre…tutto ciò che avrebbe potuto ancora creare, condividere, allietare, confondere, commuovere……When there were no strings to play you played to me.

Buona “triste” giornata.

L’amico Alberto ci ha inviato la foto della sua vecchia auto, una Fiesta un po’ speciale.

Notate nulla di familiare sul cofano?

E proprio il caso di dirlo: we’re everywhere!

😀

archivio